Villa in Brianza

TRAMA

Francesco Pelegatta, «discendente per parte di madre da una nobile casata lombarda […] i cui beni evaporarono nella fortuna varia de’ commerci», spende i suoi ultimi averi per costruire una casa («non la chiamò villa») nella beneamata e avita Brianza.
La sua passione per questa terra è tale da non fargli vedere i limiti oggettivi della nuova casa: assenza del bagno, gelosie difettose, portico troppo stretto per la carozza…