Meraviglie d'Abruzzo

INCIPIT

Un romanzo giallo nella geologia
Alti monti, con disegno e nomi d'una gravità chiara ed antica, circonvènnero me transpadano dagli orecchi pieni di pizzi, corni e bocchette.

Genti e terre d'Abruzzo
Salivamo, lungo la muraglia, dall'area de' Marsi, lasciato nella luce del meriggio il Fucino: che si distese ampio allo sguardo nella sua tremolante fumèa non appena l'autocorriera ebbe superato Celano.

Le tre rose di Collemaggio
Lasciatemi sostare nel mio sogno e nella mia devozione, se pure ùrgano il tempo e le cose.

Verso Teramo
Al passo delle Capannelle ha principio o fine, secondo chi vada, una lunga bocca montana, sui milletrè circa: donde, andando ad oriente com'io facevo, saluti rivolgendoti i colli, le acque, i campi signoreggiati dall'Aquila: che porta, negli occhi, la spera fulgidissima del sole.