Le bizze del capitano in  congedo

TRAMA

Viaggi di Gulliver cioè del Gaddus. Alcune battute per il progettato libro
Caratteristiche (negative) della Brianza dei primi decenni del Novecento: le brutture architettoniche, i signori di città, le mosche, le campane (sempre più grosse), il lento e scomodo treno da Milano, i cacciatori, l'infestante robinia...

Le bizze del capitano in congedo
Il capitano Gaddus non sopporta la musica alta quando lavora, le «catinelle del water-closet che ti rimangono in mano», le «industrie del vacuo» quale il progetto di un Palazzo delle Pompe (idrauliche).
Per Gaddus, l'attività umana deve avere come fine l'utilità e il «comodo». Così «una commozione profonda si era impadronita di lui» nel leggere la pubblicità di un water progettato per ovviare all'inconveniente dell'«eventuale involontaria erogazione di liquido organico al di là dell'orlo anteriore del bacile stesso».

Domingo del señorito en escasez. Domenica del giovin signore di scarsi mezzi
Due studenti universitari, il narratore (di nazionalità italiana) e Ali Oco de Madrigal (di madrelingua spagnola), si sfidano a scrivere un racconto, ognuno dei due contendenti utilizzando la lingua dell'altro. Lo studente italiano fallisce la prova. Ali Oco de Madrigal scrive il racconto di uno studente che decide di spendere al cinema il compenso appena ricevuto per le sue lezioni private di geometria.
[Con alcune varianti, tra cui i nomi dei personaggi, è il racconto Cinema della Madonna dei FIlosofi. «Ali Oco de Madrigal» è l'anagramma di «Carlo Emilio Gadda».]

Il seccatore
L'incontro, imprevisto, con un seccatore («necessariamente un uomo, un maschio [...] l'attitudine a romper l'anima al prossimo: che nella donna è nulla, nell'uomo infinita»). Di chi si tratta? Dove l'abbiamo conosciuto? Quando? Come si chiama?...

La passeggiata autunnale
Cinque amici, sorpresi da un violento acquazzone su un sentiero di montagna, trovano rifugio in una baita.
Al riparo dalla pioggia, uno di loro racconta del giovane Stefano, contrabbandiere accusato ingiustamente di omicidio.

Una fornitura importante
Con la complicità involontaria delle monache di San Giuseppe, il sedicente cavalier Edoardo Mazzellini della «Forniture Ospedaliere Alberghiere» organizza una truffa ai danni della ditta di tessuti Buratti, per un valore di due milioni e quattrocentomila lire.

L'interrogatorio
Nel corso dell'indagine per l'assassinio di Liliana (al 119 di via Merulana), i funzionari di polizia Fumi e Ciccio Ingràvola interrogano il marito della vittima, Remo Balducci.
Remo Balducci confessa una sua relazione con Virginia Troddu, giovane che i Balducci avevano accolto in casa come una sorta di figlia adottiva, e racconta di un ricatto di Virginia ai suoi danni.