L'Adalgisa

TRAMA

Notte di luna
La sera scende. Una varia umanità (soldati, giovani, fanciulle, lavoratori) fa rientro a casa.

Quando il Girolamo ha smesso...
Dopo un forzato trasloco «in espletazione di piano regolatore», la famiglia Cavenaghi si ritrova ad affrontare altre "emergenze": il fallimento della Confidenza (ditta specializzata nella lucidatura di parquets); il ritiro in pensione di Girolamo, vecchio dipendente della Confidenza; la gravidanza della domestica Maria, che era pur stata raccomandata dal curato di Lasnigo (i Cavenaghi «solevano [...] approvigionarsi nel grande serbatoio della fedeltà affezionata e devota di nostra parte: la Brianza»).

Claudio disimpara a vivere
Claudio Valeri è riuscito a entrare nelle grazie della famiglia di Doralice, tra cui lo zio Antenore, docente di scienza delle costruzioni al Politecnico. Allo zio Antenore, Claudio non risparmierà l'impertinenza di ricordargli il crollo di un ponte, da lui progettato, carico di studenti.
Racconto che prende spunto da un episodio di cronaca, «un più drammatico e anzi addirittura ferale mancamento di ponte verificatosi negli anni tra il 1920 e il 1930 in una laboriosa città della pianura padana sede di scuola di applicazione.»

Quattro figlie ebbe e ciascuna regina
Tra migliorie del nuovo appartamento di via Spiga, consueti problemi con la servitù, discutibili allevamenti di pollame e laboriosi acquisti presso le Seterie e Passamanerie Milanesi Carugati & Bondanza S.A., dopo quattro figlie femmine Cipriano De' Marpioni e donna Giulia hanno finalmente l'erede maschio: Gilberto Gaudenzio.

Strane dicerie contristano i Bertoloni
Un medico si appresta a visitare Gonzalo Pirobutirro, un nevrotico ingegnere che vive con la madre, conduce una vita appartata e gode di cattiva fama presso gli abitanti locali (misantropo, iracondo e crudele, oltre che «vorace, e avido di cibo e di vino»).

I ritagli di tempo
Le occupazioni nel tempo libero dei Caviggioni, dal nobile Gian Maria al giovane Valerio: la lettura del "Guerin Meschino", lo studio del tedesco e la frequentazione della Biblioteca Linguistica.

Navi approdano al Parapagàl
Gonzalo si appresta a consumare la modesta cena cucinata dalla madre. Il suo pensiero corre alla popolazione locale, verso cui nutre un profondo disprezzo.

Un «concerto» di centoventi professori
Per l'indisponibilità dello zio Gian Maria (a causa di un incidente stradale occorso a un suo fattorino), il neo-ingegnere Valerio Caviggioni accompagna la giovane zia Elsa al concerto Bartholdi-Stangermann, appuntamento domenicale d'obbligo per le migliori famiglie milanesi.

Al Parco, in una sera di maggio
La giovane Elsa, moglie di Gian Maria Caviggioni, incontra al parco Adalgisa. Adalgisa si lamenta del disprezzo di donna Eleonora, figura influente della buona società milanese.

L'Adalgisa
Sèguito del racconto precedente Al parco, in una sera di maggio. Adalgisa invita Elsa a godersi la giovinezza e le racconta del proprio defunto marito Carlo: delle sue passioni per i francobolli e (soprattutto) per i coleotteri.

«Donna di popolo» e cantante d'opera, Adalgisa aveva lasciato definitivamente il teatro (anche per sopravvenuti problemi di voce) dopo il matrimonio con Carlo, per dedicarsi alla sua nuova esistenza "borghese" di moglie e poi madre, nonostante il disprezzo di donna Eleonora e della buona società milanese.