Gonnella buffone

TRAMA

I Episodio

Gonnella fa credere al suo signore Nicolò d'Este, Marchese di Ferrara, di conoscere l'astrologia e, d'accordo con un pentolaio, predice un imminente fatto di sangue. Si vendica inoltre di un medico, scettico riguardo alle sue capacità divinatorie, regalandogli un falso unguento per la sua barba.

 

II Episodio

La Marchesa moglie di Nicolò d'Este deve conoscere Checca, moglie di Gonnella. Questi fa credere a entrambe che l'altra è sorda, così che tra le due si sviluppa un colloquio inutilmente urlato.

La Marchesa, per vendicarsi, ordina alle sue damigelle di bastonare Gonnella, il quale riesce però a evitare la punizione chiedendo e ottenendo una condizione: che le prime a colpirlo siano, tra le damigelle, quelle che hanno tradito il proprio marito.

 

III Episodo

Nicolò d'Este è malato di febbre quartana e Gonnella, convinto che un grosso spavento può far passare il male, con un inganno fa sporgere il suo signore da un balcone, per poi farlo precipitare nel fiume Po.

Il rimedio funziona e Nicolò guarisce. Ciononostante i medici ritengono lo scherzo un delitto di lesa maestà e chiedono la condanna alla decapitazione di Gonnella.

Nicolò decide quindi di approfittare dell'occasione e architettare a sua volta una beffa a Gonnella: lo condanna sì alla decapitazione, ma, durante l'esecuzione, sul capo di Gonnela al posto della lama fa cadere acqua gelata.

Lo scherzo ha però un epilogo tragico perché Gonnella muore per lo spavento.