GADDA TRA GARZANTI E ADELPHI

Dal "Giornale" del 11 febbraio 2011
Pasticciaccio editoriale: chi pubblicherà Gadda?
Ieri in tarda mattina Garzanti, storico editore di Gadda, decide di rilasciare una lettera-comunicato stampa [...] in cui si legge: «Dagli anni Ottanta e ancora almeno per i prossimi tredici anni le opere di Gadda, comprese dunque La cognizione del dolore, L’Adalgisa e Quer pasticciaccio brutto de via Merulana, sono state e continueranno a essere pubblicate come da contratto dalla casa editrice. Dunque la Garzanti resterà ancora a lungo la casa di Carlo Emilio Gadda. Dopo il 2023, chi avrà pazienza vedrà».
[...] «Quella di Garzanti - ci dice Matteo Codignola dell'Adelphi - mi sembra una reazione ambigua, per quanto comprensibile, a una situazione chiara. A partire dal prossimo autunno, le opere singole di Carlo Emilio Gadda in scadenza di contratto passeranno ad Adelphi. Tutte le opere, incluse dunque L’Adalgisa, La cognizione del dolore, il Pasticciaccio. Garzanti continuerà a detenere, fino al 2023, i diritti delle opere complete, curate da Dante Isella nella collezione La Spiga dove ovviamente figureranno, insieme ad altri, anche i titoli in questione.»

Scrivi commento

Commenti: 0